In Francia il primo museo d’Europa dedicato esclusivamente all’arte delle donne artiste

Tempo di lettura ca.: 1 minuti, 24 secondi


Nel piccolo comune francese di Mougins, in Costa Azzurra, sta per aprire il primo museo d’Europa dedicato esclusivamente all’arte creata da donne artiste. L’istituzione – che a dire la verità si contende il primato con l’italiano MIDA Museo Internazionale delle Donne Artiste – nasce dalle ceneri del Museo d’Arte Classica dell’ex manager inglese Christian Levett, che chiuderà a fine agosto e riaprirà l’anno prossimo con il nome di “Femmes Artistes du Musée de Mougins”. Sul sito web dell’istituzione, inizialmente aperta nel 2011, si legge che la riapertura è prevista “nella primavera del 2024, mostrando spettacoli a rotazione di arte moderna e contemporanea”.

Il patrimonio artistico di Christian Levett e la collezione del nuovo museo delle donne di Mougins

Le opere che andranno a riempire il “nuovo” museo vengono direttamente dalla collezione personale di Levett, con lavori di grandissime artiste come Joan Mitchell, Lee Krasner, Elaine de Kooning, Howardena Pindell, Cecily e Nancy Graves. Dopotutto l’ex manager aveva acquisito oltre tremila opere in 25 anni, concentrandosi inizialmente sulle antichità classiche – arrivando ad accumulare un patrimonio più unico che raro, che è poi confluito nel pluripremiato museo – e poi passando all’arte contemporanea, con opere di artistar come Damien Hirst e Marc Quinn. Durante la pandemia il suo interesse si è spostato sull’espressionismo astratto femminile, accumulando molte opere in breve tempo e prestandone altrettante: sono suoi molti dei dipinti esposti alla Whitechapel Gallery di Londra per la mostra Action, Gesture, Paint: Women Artists and Global Abstraction 1940-1970, ora ospite alla Fondation Vincent van Gogh di Arles. Molte di queste opere sono conservate nella casa fiorentina di Levett.

Mougins, una chicca culturale poco nota

Questa non è la prima volta che Mougins attira l’attenzione di investitori e amanti dell’arte. Parliamo dopotutto di una città abbastanza vicina a Cannes ma lontana dalla frenesia, e per questo scelta da Pablo Picasso per viverci gli ultimi 12 anni della sua vita: per questo, dal 2018, Mougins ospita una testa alta 2,40 metri (opera di Gabriël Sterk) che ritrae proprio Picasso. Il centro abitato del Sud della Francia, incastonato nelle Alpi Marittime, ha anche attratto l’attenzione artisti come Jean Cocteau, Fernand Léger, Man Ray, Francis Picabia, così come stilisti del calibro di Christian Dior e Yves Saint-Laurent. Due anni fa ha quindi aperto in città un prestigioso Centre de la photographie dedicato ai protagonisti dell’arte dello scatto contemporaneo (grazie al fondo di André Villers), e ogni anno, nella stagione estiva, le strade del centro storico ospitano opere internazionali d’arte contemporanea.

Giulia Giaume

https://www.mouginsmusee.com/en

L’articolo “In Francia il primo museo d’Europa dedicato esclusivamente all’arte delle donne artiste” è apparso per la prima volta su Artribune®.

​