Italian Council 2023: lista dei 63 progetti vincitori della dodicesima edizione

Tempo di lettura ca.: 4 minuti, 4 secondi


Con un finanziamento pari a 2 milioni di euro (da dividere, ovviamente) sono stati annunciati i 63 progetti vincitori della 12ma edizione di Italian Council 2023, a fronte delle 181 candidature pervenute. L’iniziativa di gran successo, lanciata nel 2016 dalla DGAAP – Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo (ora evoluta in Direzione Generale Creatività Contemporanea) sostiene l’arte italiana all’estero, finanziando progetti presentati da artisti italiani, curatori, critici, musei, enti pubblici e privati senza scopo di lucro, istituti universitari, fondazioni e associazioni culturali non profit provenienti da tutto il mondo. Lo scopo? Promuovere e sostenere la realizzazione di opere d’arte che andranno ad incrementare le pubbliche collezioni dei musei nazionali, la realizzazione di iniziative come mostre e progetti editoriali, e la partecipazione a manifestazioni internazionali o residenze all’estero.

LA DODICESIMA EDIZIONE DELL’ITALIAN COUNCIL

Dal 2020, Italian Council ha ampliato ulteriormente le tipologie di intervento, includendo il supporto per Guest Curator italiani in mostre all’estero, il sostegno ad azioni collaterali all’acquisizione di opere di artisti italiani in musei stranieri e, in particolare, l’erogazione di grant per il sostegno alla ricerca artistica, critica e curatoriale. Attualmente, dunque, si sviluppa su tre ambiti di intervento, purché supportati da istituzioni straniere; e musei, enti pubblici e privati, istituti universitari, fondazioni, associazioni culturali, comitati formalmente costituiti, italiani e stranieri, purché tutti senza scopo di lucro. “Lo scopo principale che il nuovo bando si pone è quello di allargare il più possibile la platea dei progetti sostenuti ed esportabili in giro per il mondo”, dichiara il Direttore Generale Creatività Contemporanea del MiC, Onofrio Cutaia. “Grazie a questo piano di finanziamenti mirati, l’Italia sta guadagnando sempre più un ruolo di prestigio e credibilità nel contesto artistico internazionale, soprattutto per l’alta qualità dei progetti sinora sostenuti e per la grande capacità di artisti, curatori e critici italiani di saper costruire discorsi di assoluta attualità e urgenza rispetto al mondo in cui viviamo”.

Polisonum, S.O.S SetUp Open Space, SetUp Contemporary Art Fair, Bologna 2017 (foto altrospaziophotography.com)

ITALIAN COUNCIL 2023: I VINCITORI DELLA COMMITTENZA INTERNAZIONALE

Sono 11 i progetti selezionati nell’ambito di Committenza internazionale e acquisizione di opere dell’Italian Council 2023, ovvero: STICHTING VAN EYCK (Maastricht, Paesi Bassi), per il progetto The Falcon of Karachi di Elisa Caldana, destinato al Museo MACTE di TermoliALAC – AGENCE LUXEMBOURGEOISE D’ACTION CULTURELLE, CERCLE CITÉ (Lussemburgo), per il progetto Superimposition del collettivo Polisonum, destinato al MAMbo di BolognaTHREES con Fundação de Serralves (Porto, Portogallo), per il progetto Windows to Look In di Lorenzo Senni, destinato al MAXXI, RomaE con Haus der Kunst (Monaco, Germania), per il progetto Alessio di Nico Vascellari, destinato al Museo Novecento, Firenze. FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE con UGM | Maribor Art Gallery (Umetnostna galleria Maribor, Slovenia), per il progetto Bridges are Beautiful (working title) di Marina Caneve destinato alla Galleria Civica di ModenaXING con Issue Project Room (New York, USA), per il progetto Corpi Abissali / Abyssal Creatures di Francesco Cavaliere, destinato al Museo d’Arte della Città di RavennaSTUDIO RIZOMA con European Alternatives (Parigi, Francia), Postane (Istanbul, Turchia), Museo Civico di Castelbuono (Palermo, Italia), Genìa Lab Art (Palermo, Italia) per il progetto MËMA MË FAL – Mamma perdonami di Genny Petrotta, destinato al Museo Civico di CastelbuonoCENTRO ITARD LOMBARDIA Impresa Sociale con Archive Kabinett e.V (Berlino, Germania), per il progetto Afghanistan di Farid Rahimi, destinato al Mufoco – Museo di Fotografia Contemporanea, Cinisello Balsamo. COMUNE DI LISSONE – MUSEO D’ARTE CONTEMPORANEA con Darb 1718 – Contemporary Art and Culture Center, (Cairo, Egitto), Port (Perak-Malesia), Ilulissat Art Museum (Groenlandia), Б’ART Contemporary (Bishkek Kyrgyz Republic) per il progetto We are the Flood del duo Stefano Cagol, destinato a MAC di LissoneRAMDOM APS con Nordenfjeldske Kunstindustrimuseum (Trøndelag, Norvegia), per il progetto La desinenza estinta di Lucia Veronesi, destinato al Museo Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro, Venezia. FONDAZIONE REAL SITO DI CARDITELLO, con Ptuj City Gallery (Ptuj, Slovenia), per il progetto The Big Archive di Perino & Vele, destinato al Real Sito di Carditello.

Marinella Senatore, We Rise by Lifting Others, 2022, LED bulbs and LED flex on a wooden structure, 110 x 180 cm. Installation view at Embassy of Italy in London, 2022. Photo Todd-White Art Photography. Courtesy the Artist & Mazzoleni, London-Torino

ITALIAN COUNCIL 2023: I VINCITORI DELLA PROMOZIONE INTERNAZIONALE

Sono 22 i progetti selezionati nell’ambito della Promozione internazionale di artisti, curatori e critici, di cui quattro mostre monografiche presso istituzioni internazionali, quali KUNSTHALLE BASEL | BASLER KUNSTVEREIN (Basilea, Svizzera), per la mostra Diego MarconHave You Checked the Children; GRAZER KUNSTVEREIN (Graz, Austria), per la mostra The Weight of the Concrete (Il Peso del Concreto) dedicata a Ezio Gribaudo; FONDAZIONE TORINO MUSEI | GAM – GALLERIA CIVICA D’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA TORINO, per la mostra L’HÉSITATIONLuca Bertolo al CEAAC – Centre Européeen d’Actions Artistiques Contemporaines (Strasburgo, Francia); CCA – CENTRE CONTEMPORARY ART TEL AVIV-YAFO (Tel Aviv, Israele), per la mostra monografica Marinella Senatore. Quattro partecipazioni a importanti manifestazioni internazionali e mostre collettive: STADT WIEN KUNST GMBH / KUNSTHALLE WIEN (Vienna, Austria), per la partecipazione di Monia Ben Hamouda alla mostra collettiva Darker, Lighter, Puffy, Flat presso la Kunsthalle Wien; MEET DIGITAL COMMUNICATION SRL IMPRESA SOCIALE, per la partecipazione di Mauro Martino ad Ars Electronica Festival (Linz, Austria) con il progetto Mapping NFTs RevolutionLOCUS ATHENS (Atene, Grecia), per la partecipazione di Céline Condorelli alla bipersonale Akin; ALBUMARTE (Roma, Italia), per la partecipazione di Eva Frapiccini alla Biennale Son che si terrà a Sion, Martigny e Sierre nel Valais (Svizzera) con il progetto Dreamscape.

14 PUBBLICAZIONI INTERNAZIONALI

Tra i vincitori ci sono anche 14 pubblicazioni internazionali: VILLA ROMANA con Triangle-Astérides, per il progetto Like Swarming Maggots di Alessandra FerriniSTAATLICHE KUNSTSAMMLUNGEN DRESDEN per il progetto Henry Martin: The Active Ear. Selected Writings, Conversations, Correspondences and Translations di Emanuele GuidiASSOCIAZIONE MUCHO MAS con Jest (Torino) con il progetto Twana Archive – Twana’s BoxLA FORNACE SPAZIO PERMANENTE APS con Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell’Ambiente – Consiglio Nazionale delle Ricerche (IREA-CNR) per il progetto Bright Ecologies. Caretto/Spagna: experiences, forms, materialsFUNDACJA EDUKACJI WIZUALNEJ per il progetto Der Engel di Jacopo PasquiFONDAZIONE ANTONIO DALLE NOGARE per il progetto Ri-Materializzazione del linguaggio. 1978 – 2022 a cura di Cristiana Perrella e Andrea Viliani; FONDAZIONE DONNAREGINA PER LE ARTI CONTEMPORANEE, per il progetto Tomaso Binga (TBC) a cura di Eva Fabbris; AR/GE KUNST per il progetto Metropolitan Voids Agency di Margherita MoscardiniLOOKING FORWARD – ART PROJECTS per il progetto Marzia Migliora. Sette mostre immaginifiche / Seven Imaginary Exhibitions (1996-2023), a cura di Anna Cestelli Guidi e Matteo Lucchetti; SETTORE MUSEI CIVICI DI BOLOGNA | MAMBO – MUSEO D’ARTE MODERNA DI BOLOGNA, per la monografia sull’attività artistica di Alberto Garutti a cura di Studio Celant; FONDAZIONE MARIO MERZ, per il Progetto Mario Merz: Catalogo Ragionato | Volume Uno: gli Igloo Mario Merz: Catalogue Raisonné | Volume One: the IgloosARCHIVIO GABRIELE DEVECCHI, per il podcast Gabriele Devecchi – Ambienti di un artista (Environments of an artist)DOPOLAVORO per il progetto Forgotten Architecture. Un archivio di progetti compiuti e scomparsiASSOCIAZIONE TERZO PAESAGGIO ETS per il progetto STILL HERE, per una nuova pratica cinematografica.

ITALIAN COUNCIL 2023: I VINCITORI

Si contano 30  progetti selezionati nell’ambito dello Sviluppo dei talenti, di cui 13 grant per residenze all’estero di artisti, curatori e critici: Camilla Bonzanigo (Oli Bonzanigo); Letizia CaloriDomenico ManganoChiara IaneselliAmbra PittoniGianmarco PorruMarco BarottiIrene CoppolaFederica MambriniPaola PietronaveEmanuela Ravidà (Re); Nicola BarattoPaola Anziché. Sono 17 i grant per il sostegno della ricerca di artisti curatori e critici: Elena MazziMichele BertolinoSimone FrangiGaia Di LorenzoLisa Andreani (Replica); Nicola Angiuli (Nico Angiuli); Silvia Maglioni (Silvia Maglioni & Graeme Thomson); Valerio Del BaglivoAntonio GrulliLeone Contini Bonacossi (Leone Contini); Ilenia ArosioMarta FederciMichela LupieriArianna ForteAlberto MagginiSilvia BigiCaterina Morigi.

Redazione

​