Milano è Viva, con l’arte e la cultura: cosa fare quest’estate in città

Tempo di lettura ca.: 1 minuti, 28 secondi


Per chi “Preferisce il rumore delle metro affollate a quello del mare” e non fugge verso mete più esotiche con il primo caldo, il capoluogo meneghino offre una lunga estate di intrattenimento che non lascia scampo. Dal centro alla periferia, l’arte nel suo senso più ampio, avvolge in un turbinio di eventi il tessuto urbano, andando a colmare gli spazi della collettività. All’interno di questa cornice culturale, il Comune di Milano si pone come attore principale producendo direttamente iniziative ospitate nei luoghi cardine della comunità, come “Estate al Castello” che arriva quest’anno alla sua 11ma edizione, “Vapore d’Estate”, “Sormani d’Estate” e “MiTo Settembremusica”. Il cartellone viene arricchito dal dialogo con i partner privati che tramite “Triennale Estate”, “Anteo nella città”, “Estate di Base”, “Lungomare diffuso”, “Milano Flamenco Festival”, “JazzMI” e “AriAnteo”, amplificano l’offerta del main program con una lista in costante aggiornamento.

ASS 4X CIRCO, Ph. Alessandro Villa

Forte di una regia pubblica e di fondi assegnati dal Ministero della Cultura, il Comune ha inoltre indetto un bando che prevede la realizzazione di otto festival in otto diversi Municipi e ventinove iniziative realizzate prevalentemente extra cerchia 90/91. Da Lampugnano a Chiesa Rossa, da Gorla fino a Calvairate, per citarne alcune, nessuna zona è risparmiata dai palchi o dalle sedute open-air, per una performatività a tutto tondo che passa dalla danza all’arte circense.

Sormani Estate

Numerosi sono anche i laboratori per adulti e bambini che permettono ai superstiti che non vogliono rimanere davanti alla tv, di svolgere attività nuove e ricreative. Di questi incontri, che mirano a dare una continuità alla programmazione invernale milanese ma con una veste più leggera, i più sentiti sono sicuramente i concerti che animeranno il Castello Sforzesco. A inaugurare la stagione per il solstizio d’estate sarà Michele Bravi, seguito nel corso dei mesi da cantanti come Lavezzi e Mogol, Ghemon, Goran Bregović, Carmen Consoli, Alex Britti e Casino Royale, tra gli altri, per concludere il 10 settembre con Francesca Michielin. Fa da contraltare il palco allestito nella Corte d’Onore della Biblioteca Sormani dove, grazie alla rassegna “Sormani Green”, si affronteranno temi legati alla sostenibilità ambientale per restare sempre aggiornati sulla stretta attualità.

Il testimone passerà, il mese successivo, alla quarta edizione di “Menotti in Sormani” che sposterà l’impegno civile nelle rappresentazioni teatrali tra comicità, musica e narrazione, finendo a settembre con un ciclo di letture in omaggio a Manzoni per il cinquecentenario della morte.

AriAnteo-Incoronata

Sempre a partire dal 21 giugno, infine, La Fabbrica del Vapore aprirà i propri spazi ai visitatori che vogliano immergersi nell’arte contemporanea grazie a mostre internazionali e progetti di artisti indipendenti, accogliendo anche nel suo piazzale l’arena estiva di AriAnteo.

Qui il programma completo.

L’articolo Milano è Viva, con l’arte e la cultura: cosa fare quest’estate in città proviene da exibart.com.