Patrizia Sandretto nuova presidente della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT

Tempo di lettura ca.: 1 minuti, 38 secondi


Prende forma il nuovo CdA della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT, a cominciare dalla presidenza che andrà a Patrizia Sandretto Re Rebaudengo. Questa la decisione del Consiglio di Amministrazione uscente della non profit culturale presieduto da Fabrizio Palenzona, che ha anche deliberato la costituzione del nuovo board della stessa.

Una decisione che apre una nuova fase per la Fondazione, che intende legarsi sempre di più alla città di Torino rinnovando il proprio ruolo di focus del suo ecosistema culturale (ed economico). Il nuovo organo consiliare, dicono dalla Fondazione, lavorerà “in sinergia con le istituzioni culturali e museali, con l’intento di rendere l’arte un fattore abilitante per la crescita di Torino, attraverso iniziative di respiro nazionale e internazionale“.

Patrizia Sandretto a capo della Fondazione CRT

Presidente della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e del Comitato Fondazioni Arte Contemporanea, e tra le altre membro dei consigli internazionali del MoMA di New York, della Tate Gallery di Londra e del leadership council del New Museum di New York, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo è tra le massime esperte italiane di arte e contemporanea a livello nazionale e internazionale, nonché fautrice di un sempre più stretto connubio culturale tra settore pubblico e privato.

Sono davvero onorata di assumere la guida della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT. Insieme agli altri nuovi membri del board metteremo a disposizione tutta la nostra esperienza e il nostro know how per portare l’arte e la cultura sempre più al centro dello sviluppo della città di Torino. Con il nostro operato, vogliamo metterci a disposizione delle istituzioni, della cittadinanza e delle tante persone appassionate di arte del nostro territorio, rafforzando il ruolo della nostra città come fulcro artistico di respiro nazionale e internazionale“, ha dichiarato la neopresidente.

La Fondazione CRT e il nuovo board

Nata nel 1991, la Fondazione CRT è un ente privato non profit – la terza fondazione di origine bancaria italiana per entità del patrimonio – che si pone come “motore” di sviluppo e crescita del Piemonte e della Valle d’Aosta. È impegnata nella valorizzazione dei beni artistici e culturali, nella ricerca scientifica e la formazione dei giovani, l’imprenditoria sociale e l’assistenza, la salvaguardia dell’ambiente e delle persone: in 30 anni ha erogato più di 2 miliardi di euro per oltre 42mila progetti a livello nazionale e internazionale, tra cui lo scorso anno il restauro delle Statue di Palazzo Madama a Torino e i bandi per la promozione delle attività espositive piemontesi e valdostane.

Il nuovo board della Fondazione includerà ora l’avvocato Giuseppe Iannaccone, fondatore dello Studio Giuseppe Iannaccone e dell’omonima collezione d’arte moderna e contemporanea dedicata all’arte italiana degli anni Trenta e alle istanze più contemporanee della ricerca visuale globale; il dottor Roberto Spada, fondatore di Spada & Partners e collezionista di arte contemporanea e di opere fotografiche, oltre che presidente della Fondazione San Patrignano; e nel ruolo di segretario generale della Fondazione il dottor Luigi Cerutti, già Ad della Società Editrice Umberto Allemandi di Torino.

Giulia Giaume

www.fondazionecrt.it

L’articolo “Patrizia Sandretto nuova presidente della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT” è apparso per la prima volta su Artribune®.

​