Super direttori cercasi: il Ministero della Cultura pubblica il bando

Tempo di lettura ca.: 1 minuti, 24 secondi


Si apre una fase cruciale per il MIC – Ministero della Cultura, che ha pubblicato il bando per il conferimento degli incarichi di direttore di alcuni dei musei dotati di autonomia speciale più importanti e strategici, per l’orientamento della gestione dei beni culturali. Nello specifico, sono aperte le posizioni di livello dirigenziale generale di Pinacoteca di Brera, Museo e Real Bosco di Capodimonte, Gallerie degli Uffizi, Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, attualmente diretti da James Bradburne, Sylvain Bellenger, Eike Schmidt, Cristiana Collu. Aperto anche il bando per livello dirigenziale non generale di Gallerie Estensi, Museo Archeologico Nazionale di Taranto, Gallerie Nazionali di Arte Antica di Roma, Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, Galleria Nazionale dell’Umbria, Museo Nazionale d’Abruzzo. Gli interessati a partecipare alla selezione potranno presentare la propria candidatura sul sito del Ministero, entro le 12 del 14 luglio 2023.

Nell’avviso è specificato che potranno partecipare cittadini italiani o di uno Stato membro dell’Unione europea. È consentito presentare la propria candidatura per uno o più istituti tra quelli oggetto della selezione. Nel caso in cui la candidatura sia rivolta a diversi istituti sarà possibile redigere una lettera di motivazione per ciascuno di essi, indicando ove si ritenga un ordine di preferenza. Ove il candidato abbia già ricoperto un incarico dirigenziale presso un istituto o luogo della cultura dotato di autonomia speciale, e l’incarico dirigenziale sia stato precedentemente rinnovato, è ammessa la candidatura unicamente per una sede diversa da quella precedentemente o attualmente ricoperta, in applicazione del principio di rotazione degli incarichi. L’incarico avrà una durata di quatto anni, eventualmente rinnovabili solo per un secondo mandato, di altri quattro anni, qualora siano maturate particolari condizioni di merito.

Ai fini dello svolgimento della selezione, sarà istituita, entro il 21 luglio 2023, un’apposita commissione di valutazione composta da cinque membri, scelti tra professori universitari ordinari in materie giuridiche, professori universitari in materie attinenti al settore del patrimonio culturale, dirigenti generali o equiparati, anche a riposo, del Ministero della cultura o di altre pubbliche amministrazioni, esperti di economia ed organizzazione aziendale. I candidati ammessi alla selezione in base alla verifica del possesso dei requisiti, saranno esaminati e valutati dalla commissione, che provvederà a selezionare fino a un massimo di dieci candidati per ciascun istituto, secondo l’ordine di punteggio. Gli ammessi a questa graduatoria verranno convocati per un colloquio, sulla base del quale la commissione formerà una terna di candidati per ogni istituto, da sottoporre rispettivamente al Ministro – per l’incarico di livello dirigenziale generale – e al Direttore generale Musei, per il livello dirigenziale non generale.

Per tutte le informazioni sull’avviso pubblico, si può cliccare qui.

L’articolo Super direttori cercasi: il Ministero della Cultura pubblica il bando proviene da exibart.com.