Federica Viganò, Entusiasmo e visione. Il platonismo estetico del giovane Schelling

Tempo di lettura ca.: 27 secondi


Che l’interesse di Schelling, nella sua tarda filosofia, abbia decisamente virato verso temi mitologici e religiosi è cosa ben nota e variamente affrontata dalla critica. Anche in questo nuovo studio di Federica Viganò la tematica mitologica in Schelling occupa un posto centrale; tuttavia l’attenzione non si concentra qui sugli ultimi anni di attività del filosofo, ma—ed è questo un punto fortemente innovativo — sui suoi primissimi studi nell’ambiente tubinghese. Di qui anche la scelta dell’autrice di lavorare prevalentemente su materiali d’archivio, felicemente incrociati con uno sguardo di ampio respiro sul contesto filosofico-teologico in cui Schelling veniva maturando le proprie posizioni. Il libro costituisce così un’utile guida tanto per comprendere l’evoluzione intellettuale del filosofo quanto per apprezzare la varietà e l’intersecarsi dei dibattiti filosofici tra Sette e Ottocento.

Viganò comincia col descrivere l’ambiente dello Stift di Tubinga concentrandosi sulla ricezion…