Sorvegliare, punire, assimilare. Il collegio autoctono di Sept-Îles a Maliotenam

Tempo di lettura ca.: 27 secondi


Attivo dal 1952 al 1971, il collegio autoctono di Notre-Dame de Sept-Îles, a Maliotenam, accolse ogni anno circa duecento bambini innu provenienti, soprattutto, dalla Côte-Nord del Quebec. Dopo una breve presentazione della storia delle scuole residenziali canadesi e della Prima nazione innu, l’articolo approfondisce la realtà specifica del collegio di Maliotenam. L’analisi della disciplina come tecnologia di potere e di assoggettamento condotta da Michel Foucault si dimostra uno strumento utile per meglio comprendere numerosi aspetti della vita imposta ai convittori e la tremenda forza assimilativa di questa istituzione. Vengono in seguito considerate le violenze psicologiche, spirituali, fisiche e sessuali inflitte ai bambini e agli adolescenti che la frequentarono. La seconda parte dell’articolo prende in considerazione l’impatto a medio e lungo termine di questo collegio, gli aspetti positivi ricordati dagli ex convittori, ma soprattutto l’istaurazione di un ciclo di comportamen…